In Rome Today.com
Deutsch Portuguŕs Franšais Espa˝ol English Italiano


In Rome Today.com
Deutsch Portuguŕs Franšais Espa˝ol English Italiano



Booking.com

Arco di Settimio Severo a Roma: la storia e informazioni per la visita. Acquisto biglietti salta fila.

L'Arco di Settimio Severo a Roma: l'architettura, l'acquisto dei biglietti, la storia, come arrivare, architettura, iscrizione, fotografie dell'Arco di Settimio Severo a Roma.

Acquisto Biglietti Foro Romano

Tour a RomaVieni a Roma? Prenota il tuo tour in anticipo e salta la coda!

Acquisto biglietti tour Roma

Scegli tra più di 150 esperienze a Roma e dintorni: biglietti per i Musei Vaticani e gli altri musei, il Colosseo e il Foro, tour gastronomici e privati, visite serali.

Arco di Arco di Settimio Severo a Roma Arco di Settimio Severo - Foro romano - Roma

L'Arco di Severo svetta in mezzo alla Via Sacra che attraversa il Foro Romano portando alla collina del Campidoglio. È ben conservato anche se in epoca medievale fu usato come negozio da un barbiere.
I bassorilievi posti sopra le arcate laterali rappresentano scene dalle Guerre Partiche. Devono essere lette partendo dal lato sinistro posto verso il Foro Romano e muovendosi verso destra attorno all'arco. Ogni bassorilievo si legge dal basso verso l'alto e sono divisi in 2 o 3 scene.

L'Arco di Settimio Severo è a tre fornici ed è alto 20,88 metri, largo 23,27 metri e profondo 11,20 metri.

Biglietti disponibili: biglietto salta fila, biglietto salta fila + visita arena, biglietto salta fila + visita guidata, biglietto salta fila + carcere mamertino.


Compra biglietto Foro Romano Roma

– Accesso prioritario al Colosseo.
– Accesso al primo e al secondo piano del Colosseo.
– Accesso alle mostre permanenti e temporanee del Colosseo.
– Accesso al Foro Romano e al colle Palatino.
– Una mappa scaricabile del Colosseo.
– Il biglietto è aperto e valido 2 giorni.

Arco di Settimio Severo

L'Arco di Settimio Severo fu eretto 5 anni dopo dopo la salita al potere di Settimio Severo tra il 202 e il 203 e fu dedicato dal Senato all'imperatore e ai suoi due figli, Caracalla e Geta, per celebrare la vittoria sui Parti conclusa con due campagne militari nel 195 e nel 197-198.

Il Primo Pannello a SE (lato foro), non ben conservato, mostra la preparazione della guerra del 195; il registro centrale rappresenta la battaglia tra Romani e Parti; e l'Imperatore, sulla sinistra, che parla ai soldati e la liberazione di una città assediata e la fuga di Vologese IV, il re dei Parti.

Il Secondo Pannello a NE (lato foro) mostra scene della guerra contro Osroeni del 197-198: il più basso rappresenta l'armata di Roma che attacca Edessa con macchine da guerra; il centrale mostra Settimio Severo che parla alle truppe, e la resa del re Abgar all'Imperatore; la parte superiore mostra l'Imperatore durante le operazioni di guerra ed un consiglio di guerra in un campo fortificato.

Il Terzo Pannello a NO (lato Campidoglio) ha due scene. La prima scena del registro inferiore mostra l'attacco alla città di Seleucia sul fiume Tigri, con i Parti che fuggono a cavallo verso destra; in centro i Parti si arrendono all'Imperatore; nel registro superiore si vede l'Imperatore che entra in Seleucia.

Il Quarto Pannello a SO (lato Campidoglio) mostra due scene, l'assedio di Ctesiphon, la capitale dei Parti, con macchine da guerra, e la fuga del re sconfitto; sopra è rappresentato Severo che parla alle armate vittoriose di fronte alla città conquistata.

Iscrizione dell'Arco di Settimio Severo e traduzione

Dal lato del foro campeggia sull'attico in centro sopra al fornice maggiore la seguente iscrizione commemorativa:

Imp Caes Lucio Septimio M fil Severo Pio Pertinaci Aug Patri
Patriae Parthico Arabico et Parthico Adiabenico Pontific Maximo
Tribunic Potest XI Imp XI cos III procos et Imp Caes M Aurelio
L fil Antonino Aug Pio Felici Tribunic Potest VI Cos Procos P
P optimis fortissimisque prinicipibus ob rem publicam restitutam
imperiumque populi romani propogatum insignibus virtutibus
eorum domi forisque S P Q R

All'imperatore Cesare Lucio Settimio Severo, figlio di Marco, Pio Pertinace Augusto Padre della Patria Arabico e Partico Adiabenico, Pontefice Massimo, rivestito della potestà tribunizia per l'undicesima volta, acclamato imperatore per l'undicesima volta, console per la terza volta, proconsole; e all'Imperatore Cesare Marco Aurelio Antonino, figlio di Lucio, Augusto, Pio, Felice, rivestito della potestà tribunizia per la sesta volta, console, proconsole, padre della patria, di ottimi e fortissimi principi, per aver salvato lo Stato e ampliato il dominio del popolo romano e per le loro insigni virtù, in patria e all'estero, il Senato e il Popolo Romano

La quarta riga svela un retroscena storico interessante; alla morte di Settimio Severo infatti Caracalla uccise con la psada il fratello Geta sul quale poi gettò anche una damnatio memoriae facendo cancellare l'iscrizione a lui dedicate. Romosse il suo volto anche da un quadro di famiglia.
Ma nell'arco, in corrispondenza della dicitura P P optimis fortissimisque prinicipibus (ossia patri patriae optimis fortissimisque principibus), i fori che bloccavano le lettere rimosse della quarta riga restituiscono l'iscrizione anteriore che era appunto P. Septimio L. fil Getae nob. Caesari, cioè a Publio Settimio Geta, figlio di Lucio, nobile Cesare.

Infine - come riportato dalle monete del periodo - sopra l'arco era collocata la quadriga imperiale in bronzo con gruppi statuari.

La storia dietro all'Arco di Settimio Severo

Settimio era nato a Leptis Magna in Africa e fece il suo cursus honorum in molte province dell'Impero (Sardegna, Spagna, Gallia e Siria dove incontrò la sua seconda moglie Giulia Domna, una bellissima donna senza scrupoli che gli diede due figli, Caracalla e Geta).

Arco di Severo Dopo l'uccisione di Commodo sia la popolazione sia il Senato vollero una persona onesta e la trovarono in Pertinace. A questa scelta si opposero i pretoriani (guardia imperiale creata da Augusto) i quali uccisero il neo eletto imperatore dopo soli 83 giorni di buon governo e misero il titolo imperiale in vendita. Didio Giuliano, un ricco banchiere, vinse offrendo 25.000 sesterzi ai pretoriani. Il Senato e i pretoriani riconobbero il nuovo imperatore ma non le legioni le quali si opposero fortemente a questa mercificazione e proclamarono imperatori Pescennio Nigro (le legioni di Siria), Clodio Albino (le legioni di Britannia) e Settimio Severo (le legioni dell'Illirico).

Arco di Severo, pannello Settimio Severo scese quindi verso Roma con le sue legioni per restaurare la legge sostenendo di voler vendicare la morte dell'imperatore Pertinace.

Didio, saputo della discesa di Settimio Severo in Italia, iniziò con lui delle difficili trattative diplomatiche proponendogli l'annessione al trono ma Settimio Severo rifiutò l'offerta. Didio rimasto isolato fu decapitato dai pretoriani il 1º giugno 193 su ordine del Senato.

Le guardie allora offrirono la testa di Didio e gli uccisori di Pertinace a Settimio il quale finse di accettare il compromesso ma successivamente cancellò il corpo dei pretoriani imponendo a ognuno di loro di vivere ad almeno 100 km di distanza da Roma.

Dopo che divenne Imperatore alcune province orientali passarono dalla parte di Pescennio Nigro così che Severo dové immediatamente partire e combattere per il potere appena ricevuto. Iniziò dunque una guerra civile che culminò nello scontro con Pescennio Nigro. Due battaglie (Cizico e Nicea) combattute presso Nicea diedero a Severo un buon vantaggio e dopo un anno egli vinse Pescennio nella battaglia di Isso (194). Attuò subito la sua vendetta sulle popolazioni che avevano sostenuto Pescennio: i Parti e gli Ostroeani. Bisanzio resisté per tre anni all'assedio prima di capitolare.

Successivamente Severo si dedicò all'altro pretendente al potere, Clodio Albino, il governatore della Britannia; lo scontro avvenne in Gallia nella valle di Saˇne il 19 febbraio del 197 d.C. Dopo un lunga battaglia dall'esito incerto Settimio riuscì a prevalere e Clodio Albino si suicidò gettandosi sulla sua spada. La sua testa fu spedita al Senato il quale aveva dopo tutto parteggiato per Albino e più tardi a Roma furono processati più di 60 senatori, 29 furono giustiziati a morte. Questo era Settimio Severo, il primo imperatore della dinastia dei Severi.

Nello stesso periodo Vologese IV, re dei Parti, aveva invaso la Mesopotamia obbligando Severo ad una nuova campagna di guerra nelle province orientali. Questa volta la battaglia fu facilmente vinta da Severo il quale occupò ancora la Mesopotamia e saccheggiò la capitale dei Parti. Nella strada di ritorno fu deciso ed attuato anche l'assedio di Atra ma gli abitanti riuscirono a resistere e dopo 20 giorni Severo decise di rinunciare.

La successione di Settimio Severo e l'Anarchi Militare

Settimio Severo regnò dal 193 al 211 tenendo bene a mente il potere delle legioni che venivano sempre ben retribuite e considerate. Con questa pratica infatti Severo blindò il suo potere avendo il sostegno delle truppe; una regola che sul letto di morte in Britannia nel 211 comunicò ai suoi figli e successori all'Impero.

Caracalla e Geta inizialmente governarnoro insieme conducendo anche campagne militari. Ma i due non ebbero mai la volontà di spartire il potere. La situazione di incertezza perdurò fino alla morte di Geta, avvenuta per mano di Caracalla. Nel delitto Caracalla ferì con la spada anche la mano della madre Giulia Domna che tentò di intromettersi nella lite tra i due fratelli.

Caracalla in seguito regnò fino al 217, odiato dal Senato ma molto amato dall'esercito. Dopo di lui ci fu un interregno di un anno del prefetto del pretorio Macrino a cui successe un erede dei Severi, il debole Eliogabalo fino al 222. Sul trono imperiale quindi salì Alessandro Severo, cugino di Eliogabalo, che regnò fino al 235 quando fu ucciso dai suoi stessi soldati durante una campagna contro le tribù germaniche in quanto ritenuto incapace di fronteggiare le minacce sui confini di Roma. I soldati acclamarono imperatore un generale di origine barbarica e di grandi capacitÓ militari, Massimino il Trace.
 
Dopo della dinastia dei Severi, Roma conobbe 50 anni di instabilità politica, conosciuti nella storia con il nome di Anarchia Militare; un periodo in cui vennero eletti imperatori comandanti militari di grande esperienza bellica che in quanto sostenuti dalle truppe ricevevano l'investitura imperiale. Ma allo stesso tempo questi, non essendo di casata nobile, venivano anche spesso eliminati dai loro stessi soldati.

Gli storici moderni però ormai sottolineano che anche Settimio Severo ricevette il potere dalle sue truppe e reputano che la causa dell'inizio dell'Anarchia Militare sia dovuta all'entrata in scena di Settimio.

Arco di Severo, colonnaInformazioni utili per la visita

Stile: Romano Imperiale con decorazioni di epoca severiana.
Edificazione: 202 d.C.Orari: dal 2 gennaio al 28 febbraio dalle 9.00 alle 16.30. Dal 1 al 26 marzo dalle 9.00 alle 17.30. Dal 26 marzo al 31 agosto dalle 9.00 alle 19.15. Dal 1° settembre al 30 settembre dalle 9.00 alle 19.00. Dal 1° al 30 ottobre dalle 9.00 alle 18.30. Dal 31 ottobre al 31 dicembre dalle 9.00 alle 16.30. Ultimo ingresso un’ora prima della chiusura.
Venerdì santo aperto dalle 8.30 alle 14.00. 2 giugno aperto dalle 13.30 alle 19.15. Chiuso il 1° gennaio, il 1° maggio, il 25 dicembre. Ingresso gratuito ogni prima domenica del mese; il 25 aprile, il 2 giugno e il 4 novembre.
Biglietti: biglietto combinato colosseo foro e palatino valido 24 ore.
Intero
: 18.00 €.
Ridotto
: 2 € (cittadini UE tra i 18 e i 25 anni).
Gratuito
: minori di 18 anni. Ingresso gratuito la prima domenica di ogni mese e sempre per le seguenti categorie:
– cittadini sotto i 18 anni della comunità europea ed extracomunitari.
– guide turistiche della unione europea nell'esercizio della propria attività professionale.
– interpreti turistici della unione europea nell'esercizio della propria attività professionale.
– membri di icom.
– membri di iccrom.
– docenti e studenti delle facoltà di architettura, conservazione dei beni culturali, scienze della formazione e corsi di laurea in lettere o materie letterarie con indirizzo archeologico o storico-artistico delle università e delle accademie di belle arti ed iscritti alle rispettive scuole di perfezionamento, specializzazione e ai dottorandi di ricerca nelle sopraddette discipline di tutti i paesi membri dell'unione europea. I biglietto è rilasciato agli studenti mediante esibizione del certificato di iscrizione per l'anno accademico in corso.
– studenti socrates ed erasmus delle stesse discipline riportate sopra.
– docenti di storia dell'arte degli istituti liceali.
– studenti delle scuole istituto centrale del restauro, opificio delle pietre dure, scuola per il restauro del mosaico.
– giornalisti iscritti all'albo nazionale e giornalisti provenienti da qualsiasi altro paese nell'esercizio della propria attività professionale.
– cittadini della unione europea portatori di handicap ed un loro familiare o accompagnatore appartenente ai servizi di assistenza socio-sanitaria.
– operatori delle associazioni di volontariato che svolgono attività di promozione e diffusione della conoscenza dei beni culturali.
– dipendenti del ministero dei beni culturali.
Sito web: Colosseo

Servizio ATAC in metro Stazione Roma Termini → Foro Romano

Per andare al Foro Romano è disponibile 1 linea di metro: la linea B con direzione Laurentina e fermata Colosseo. Poi a piedi per 50 metri.

1) Linea B metro Atac RomaLinea B Metro Atac Laurentina → Rebibbia/Jonio

Linea B in 6 minuti con direzione Laurentina e fermata "Colosseo".

Fermate Linea Metro B: Laurentina → EUR Fermi → EUR Palasport → EUR magliana 10231; Marconi → Basilica S. Paolo → Garbatella → Piramide → Circo Massimo → Colosseo → Cavour → Termini

Corse con frequenza variabile da 3 a 9 minuti dalle 5.30 (prima corsa) alle 23.30 (ultima corsa). Venerdì e sabato ultima corsa alle 01.30.

Servizio ATAC in autobus Stazione Roma Termini → Foro Romano

Per andare al Foro Romano è disponibile 1 linea di autobus: Linea 75 con fermata Colosseo. Poi a piedi per 50 metri:

1) Linea 75 bus ATAC RomaLinea 75 Stazione Roma Termini → Via Cavour → Colosseo → Circo Massimo → Aventino → Porta Portese → Trastevere → Monteverde → Via Poerio

Linea 75 con fermata "Colosseo".

Fermate: Roma Termini - Piazza dell'Indipendenza "De Nicola" - Termini "Piazza dei Cinquecento" - Via Cavour "Esquilino" - Via Cavour "Quattro Cantoni" - Via Cavour (Mb) - Via Cavour "Annibaldi" - Via Cavour "Ricci" - "Colosseo" - Celio "Vibenna" - Via di S. Gregorio - Viale Aventino "Circo Massimo (Mb)" - "Aventino" - Viale Aventino "Albania" - "Porta S. Paolo" - Via Marmorata "Caio" - "Cestio" - Via Marmorata "Galvani" - Via Marmorata "Vanvitelli" - "Emporio" - "Porta Portese" - Via Morosini "Nuovo Regina Margherita (H)" - Via Dandolo "Glorioso" - "Dandolo" - "Fabrizi" - "Calandrelli" - Carini "Bonnet" - Carini "Pilo" - "Barrili" - "Guinizelli" - "Poerio" - Poerio "Marino" e viceversa.

Corse con frequenza variabile dai 13 ai 18 minuti dalle 5.35 alle 24.00.

Prezzi dei biglietti nel territorio di Roma Capitale per turisti e residenti

Prezzi dei biglietti ATAC nel territorio di Roma Capitale per turisti e residenti

- Biglietto Integrato a tempo € 1.50: valido 100 minuti o per una sola corsa in metro, anche su più linee, senza uscire dai tornelli.
– Biglietto 24 ore € 7
– Biglietto 48 ore € 12,50
– Biglietto 72 ore € 18
– Biglietto 7 giorni € 24

I bambini fino al compimento del decimo anno d'età non pagano il biglietto. Sono previste poi tariffe agevolate per disoccupati, maggiori di 65 anni, famiglie.

Prezzi degli abbonamenti ATAC nel territorio di Roma Capitale per residenti

Mensile Personale: € 35; valido per il mese di calendario riportato sull'abbonamento o sullo scontrino di ricarica, per un numero illimitato di viaggi nel territorio di roma capitale.
Mensile Impersonale: € 53; valido per il mese di calendario riportato sullo scontrino di ricarica, per un numero illimitato di viaggi nel territorio di roma capitale. l'abbonamento impersonale - cedibile - può essere utilizzato alternativamente da persone diverse.
Annuale Roma: € 250; valido per 365 giorni dalla data di ricarica riportata sullo scontrino.
Mensile a zone: valido per il mese di calendario riportato sulla tessera, per un numero illimitato di viaggi nel territorio della regione lazio relativo alle zone indicate sull´abbonamento.
Annuale Lazio a Zone: valido per 365 giorni dalla data riportata sull´abbonamento per un numero illimitato di viaggi nel territorio della regione lazio relativo alle zone indicate sull´abbonamento.
Annuale Lazio a Zone Studenti: valido da settembre a giugno per un numero illimitato di viaggi nel territorio della regione lazio relativo alle zone indicate sull´abbonamento.
Abbonamento Mensile Ordinario + Servizio Urbano: valido per il mese di calendario riportato sull´abbonamento, per un numero illimitato di viaggi nel territorio della regione lazio relativo alle zone indicate sull´abbonamento e nel comune interessato.
Abbonamento a Zone per Studenti + Servizio Urbano: valido dal 1° settembre al 30 giugno, per un numero illimitato di viaggi, nel territorio della regione lazio relativo alle zone indicate sull´abbonamento e nel comune interessato
Abbonamento a Zone + Servizio Urbano: valido per 365 giorni dalla data riportata sull´abbonamento per un numero illimitato di viaggi nel territorio della regione lazio relativo alle zone

Agevolazioni degli abbonamenti ATAC nel territorio di Roma Capitale per residenti

Card Over 70: agevolazione riservata ai cittadini ultrasettantenni residenti a roma, rientranti nello scaglione di reddito isee fino a € 15.000.
Mensile Agevolato Disoccupati: € 16; valido per il mese di calendario riportato sullo scontrino di ricarica, per un numero illimitato di viaggi.
Annuale Govani e Studenti: valido per 365 giorni dalla data di ricarica riportata sullo scontrino per un numero illimitato di viaggi nel territorio di roma capitale.
Annuale a contribuzione: valido per 365 giorni dalla data di ricarica riportata sullo scontrino per un numero illimitato di viaggi nel territorio di roma capitale.
Annuale Over 65: valido per 365 giorni dalla data di ricarica riportata sullo scontrino per un numero illimitato di viaggi nel territorio di roma capitale.
Annuale Mutilati e invalidi di Guerra: (gratuito); valido per 365 giorni dalla data di ricarica riportata sullo scontrino per un numero illimitato di viaggi nel territorio di roma capitale.
Annuale Famiglia Scontata del 10%: € 225; valido per 365 giorni dalla data di ricarica riportata sullo scontrino per un numero illimitato di viaggi nel territorio di roma capitale.
Annuali Categorie Speciali: € 40; valido per 365 giorni dalla data di ricarica riportata sullo scontrino per un numero illimitato di viaggi nel territorio di roma capitale.
Bambini fino a 10 anni: accesso gratuito sui mezzi nel territorio del comune di roma ai bambini, fino al compimento del decimo anno d'età, se accompagnati da un adulto.
Annuale a Quoziente Familiare: € 225; valido per 365 giorni dalla data di ricarica riportata sullo scontrino per un numero illimitato di viaggi nel territorio di roma capitale.
Card Libera Circolazione FF.OO. FF.AA.: Card per gli appartenenti ai Corpi delle FF.OO e FF.AA che hanno stipulato con Atac una convenzione in forza dell'art. 45 comma 18 della Legge Regionale 16/2003.

Sito Web: ATAC Roma

Contatti - Progetto In Italy Today - Politica sulla riservatezza - Cookie Policy

In Rome Today è aggiornato ogni giorno

© In Rome Today
Tutti i diritti riservati